Shri Mataji, la fondatrice della meditazione Sahaja Yoga | We Meditate

Shri Mataji

La Fondatrice

La fondatrice di Sahaja Yoga

Shri Mataji Nirmala Devi ha scoperto un metodo unico di meditazione, "Sahaja Yoga", che permette di conseguire l’illuminazione interiore e rivela il vero potenziale del genere umano. Shri Mataji ha dedicato tutta la sua vita allo sviluppo e alla diffusione di questo metodo. Oggi centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo praticano Sahaja Yoga.

Il grande maestro dello Yoga

Shri Mataji ha dimostrato che all'interno di ogni persona esiste un'energia spirituale materna chiamata "Kundalini", il cui risveglio conduce ad uno stato di meditazione spontanea. A differenza di molti maestri antichi, che erano in grado di condividere questa esperienza solo con pochi, Shri Mataji poteva risvegliare la Kundalini di migliaia di persone, cosa considerata impossibile in precedenza.

È l'opportunità di risvegliare questa energia spirituale interiore che distingue Sahaja Yoga da altri metodi di meditazione. È un'esperienza di vita straordinaria che ci consente di toccare l'essenza stessa di noi stessi, scoprire le nostre migliori qualità e raggiungere uno stato di completa pace e soddisfazione.

Prova la meditazione guidata da Shri Mataji

Inizia la meditazione
Lavoro sociale

Una vita dedicata all'umanità

Shri Mataji non solo ha fondato e diffuso il metodo di Sahaja Yoga in tutto il mondo, ma ha anche creato molte organizzazioni senza scopo di lucro in vari settori della vita pubblica.
Da un centro per donne bisognose e orfani, a scuole internazionali che offrono un'istruzione completa ed equilibrata, a centri sanitari che utilizzano i metodi di Sahaja Yoga, fino alle accademie che insegnano arti classiche. L'elenco degli impegni di Shri Mataji è sorprendente nella sua diversità.

Famiglia

Una vita fra grandi personaggi

Sin dall'inizio, Shri Mataji è stata circondata da persone eccezionali. I suoi genitori erano studiosi e attivisti politici che hanno avuto un ruolo importante nel movimento di liberazione dell'India, in cerca dell'indipendenza del loro paese insieme al Mahatma Gandhi, che notò lo straordinario potenziale della giovane Shri Mataji e la consultò su questioni spirituali.
Nel corso della sua vita, inoltre, Shri Mataji ha fatto spesso parte della cerchia di personaggi politici e pubblici di spicco. Suo marito, Sir Chandrika Prasad Srivastava, iniziò come giovane ufficiale del servizio civile indiano, ma presto salì di grado per diventare segretario privato del Primo Ministro dell'India, Lal Bahadur Shastri. Successivamente, fu nominato segretario generale dell'Organizzazione marittima internazionale delle Nazioni Unite a Londra, ricoprendo tale incarico per quattro mandati successivi.
Per la sua instancabile dedizione al servizio pubblico e i risultati eccezionali, Sir Chandrika Prasad Srivastava ha poi ottenuto un cavalierato dalla regina Elisabetta II, divenendo il primo indiano a ricevere tale onore dopo l'indipendenza dell'India .

Primi anni

Shri Mataji è nata il 21 marzo 1923 a Chindwara, in India, con il nome di Nirmala Srivastava e in una famiglia davvero unica. Discendente dalla dinastia reale Shalivahana dell'India, è cresciuta cristiana in seguito alla decisione dei suoi antenati di convertirsi dall'induismo, alla luce del crudele trattamento che veniva riservato alle vedove. I suoi genitori erano altamente istruiti; suo padre era un avvocato e scienziato, che parlava fluentemente 14 lingue, famoso per aver tradotto il Corano in hindi, e sua madre è stata la prima donna in India a ricevere una laurea con lode in matematica.

I genitori di Shri Mataji hanno anche partecipato attivamente alla lotta per l'indipendenza dell'India dall'occupazione britannica, e per questo entrambi sono stati incarcerati più volte. La stessa Shri Mataji visitava spesso l'ashram del Mahatma Gandhi da bambina, discutendo con lui le strategie per portare il suo paese alla liberazione sociale e spirituale. Nel 1942 Shri Mataji, da adolescente, fu persino detenuta e torturata dai soldati britannici per aver partecipato al movimento di liberazione. Tuttavia, questo fu considerato un sacrificio necessario - tanto era la convinzione che la liberazione interna delle persone potesse arrivare solo dopo la liberazione del paese dal dominio straniero.

La giovane Shri Mataji icon la sua famiglia
Shri Mataji con la famiglia, seconda da sinistra, fila centrale. Al centro - i genitori di Shri Mataji

Nel 1947, Shri Mataji sposò un giovane politico, Chandrika Prasad, in seguito conosciuto come Sir CP, con cui ebbe due figlie. Condussero una vita familiare in India; Shri Mataji era una casalinga e cresceva le loro figlie mentre Sir CP aiutava a sviluppare il paese appena liberato e saliva la scala politica, ricoprendo vari incarichi nella gerarchia dello stato. Tuttavia, Shri Mataji ha sempre ricordato il suo vero destino: la ricerca di un metodo per l'illuminazione spirituale dell'umanità.

Quando inizierai finalmente il tuo lavoro spirituale? Ora sei libera e devi iniziare.

Mahatma Gandhi
in una conversazione con Shri Mataji, il giorno prima che fosse assassinato.

La fondazione di "Sahaja Yoga"

Shri Mataji ha sempre saputo che il significato della sua vita era trovare un modo per insegnare a quante più persone possibile la verità della meditazione, perché solo attraverso la trasformazione interiore di ogni persona l'intera società può diventare armoniosa.

Ha visto quante persone cerchino di conoscere la verità e quanti cosiddetti "guru" usino tale impulso innato per il proprio arricchimento. Dopo aver partecipato alla conferenza di uno di questi pseudo-maestri, e restando assolutamente disgustata da come egli manipolasse le persone, Shri Mataji trascorse l'intera notte su una spiaggia di Nargol, nell'India occidentale, contemplando questo dilemma. Sapeva che, affinché le persone potessero raggiungere una maggiore consapevolezza di sé stesse, dovevano essere in grado di andare oltre le loro menti ed essere connesse al loro essere sottile.

Nel profondo della meditazione sentì la sua Kundalini salire, muovendosi lungo la spina dorsale attraverso tutti i suoi chakra fino a quando non raggiunse l'ultimo, il Sahasrara, nell'area limbica, nella parte superiore della testa. In quell'esatto momento, Shri Mataji raggiunse uno stato di totale serenità e capì che quella era la risposta a ciò che molti cercavano. Così, il 5 maggio 1970, scoprì il metodo per raggiungere lo stato di meditazione che in seguito chiamò "Sahaja Yoga", e che in sanscrito significa "unione spontanea".

“In quel momento, qualunque fosse l'energia lassù, la sentii entrare improvvisamente dentro di me come una fresca brezza, da ogni direzione. Ho visto l'intero spazio aperto e una grande pioggia torrenziale fatta di brezza ha iniziato a scorrere attraverso la mia testa, dappertutto. Mi sentivo persa in quel momento, non c'ero più. C’era solo la grazia. L'ho visto che accadeva a me, completamente."

Da Nirmala a ‘Shri Mataji’

Presto Shri Mataji iniziò a insegnare questo nuovo metodo a poche persone che le erano vicino, in India, risvegliando la Kundalini per dare loro la "Realizzazione del Sé". Fu un processo difficile poiché, fin dai tempi antichi, solo gli yogi più degni erano riusciti a ottenere tale risveglio, attraverso anni di dedizione e lavoro.

Tuttavia, la presenza di Shri Mataji e il suo paziente lavoro sulle persone sembravano essere il catalizzatore di questo processo, così i suoi studenti raggiunsero questo straordinario stato di libertà interiore e leggerezza, arrivando a sentire una brezza fresca sui palmi delle mani e sopra la testa. Per questo motivo, e per il suo instancabile amore e altruismo, a Shri Mataji venne conferito tale nome, che significa letteralmente "rispettabile santa madre".

Condividere l'esperienza

Condividere l'esperienza

Il metodo di meditazione scoperto da Shri Mataji iniziò a diffondersi in tutto il mondo dopo che lei e la sua famiglia si trasferirono a Londra. Shri Mataji ospitò nella sua casa di Londra i suoi primi studenti dando loro la realizzazione del Sé, insegnando le basi della meditazione e curando gradualmente i loro corpi sottili.

In poco tempo tenne interviste televisive e radiofoniche e conferenze nelle sale pubbliche di tutto il paese; passava molto tempo prestando attenzione a ogni individuo del pubblico e rispondendo pazientemente alle loro domande.

Shri Mataji non ha mai chiesto denaro per queste lezioni, né per l'esperienza della realizzazione del Sé, insistendo sul fatto che è il diritto di nascita di ogni individuo.

Visione

Una visione globale

Dagli anni '80 in poi, Shri Mataji iniziò a viaggiare per il Mondo per portare la sua conoscenza a tutti coloro che desideravano riceverla. A partire dall'Europa, dal Nord America e dall'Australia e successivamente passando all'Europa orientale, al Sud America, all'Asia e alla regione del Pacifico ha instancabilmente insegnato Sahaja Yoga a tutti coloro che erano interessati.

Solo nel 1990, Shri Mataji ha partecipato a più di 200 eventi ufficiali in 26 paesi e nel mentre ha avuto molti più incontri informali.
Sia che si trattasse di un discorso nella sala principale di una capitale, o di una conversazione informale nella casa di un abitante del villaggio, ogni discorso ed esperienza era di pari importanza per lei.

La sua visione era globale e, viaggiando e incontrando persone in tutto il mondo, cercò di realizzarla. Si trattava della visione di cambiare il mondo in meglio, dando a ogni persona, indipendentemente dalla razza, dalla religione o dalle circostanze, un metodo attraverso il quale poter realizzare la trasformazione interiore e diventare il proprio vero sé.

L'evoluzione interiore come fondamento di una società sana

Shri Mataji, nelle sue lezioni e conversazioni, prestò attenzione ai molti aspetti della vita, affermando che lo stato interiore illuminato dalla pratica della meditazione trova una manifestazione esteriore in tutte le sfere della vita.

Educazione

Educazione illuminata

Shri Mataji ha prestato particolare attenzione alla creazione di solide basi per lo sviluppo dell'individuo, sottolineando così l'importanza dell'educazione pre-scolare. Ha osservato che l'educazione non dovrebbe solo garantire lo sviluppo intellettuale ed emotivo dei bambini, ma anche gettare le basi della moralità e della spiritualità.

Al fine di formare un comportamento degno dei bambini e un senso di rispetto per sé stessi, Shri Mataji ha attribuito grande importanza alla disciplina, una disciplina basata sull'amore e sul rispetto. "È nostro dovere accertarci che i nostri figli diventino grandi persone, più grandi di noi stessi", disse Shri Mataji. "Devono prendersi cura di questo mondo."

Realizzando la sua visione nella pratica, Shri Mataji ha creato un sistema educativo basato su Sahaja Yoga. La formazione prevede la padronanza di un curriculum complesso e regolari lezioni di meditazione. La meditazione aiuta gli studenti a migliorare la loro attenzione e motivazione e sviluppa un senso di fiducia in sé stessi attraverso la comprensione personale e l'armonia interiore.

I giovani di diversi paesi crescono con successo, ricevono un'educazione dignitosa e instaurano relazioni armoniose con gli amici nelle scuole organizzate da Shri Mataji in India, Italia, Canada, Austria, Stati Uniti, Repubblica Ceca e Australia.

Arte

La pura creatività

Durante tutta la sua vita, Shri Mataji ha dedicato molto tempo ed energie allo sviluppo delle arti: l'arte non solo era uno dei principali mezzi di espressione di sé, ma anche un modo per sostenere le culture del mondo. In particolare, Shri Mataji ha cercato di preservare le ricche tradizioni artistiche dell'India, radicate nell'antichità, e ha promosso attivamente la diffusione del patrimonio culturale dell'India in tutto il mondo.

Nel 2003, Shri Mataji ha fondato, insieme a suo fratello, un'Accademia delle Arti nel Maharashtra (India). Studenti di diversi paesi vengono all'accademia per studiare musica classica indiana, danza e pittura in un tranquillo villaggio indiano. Shri Mataji ha supervisionato personalmente il progetto architettonico dell'edificio dell'accademia, nonché la creazione di altre istituzioni con obiettivi umanitari; tra questi il Nirmala Prem Center a Delhi (India) per orfani.

Nel corso degli anni, Shri Mataji ha patrocinato alcuni dei più famosi rappresentanti della musica e della danza indiana classica, invitandoli a esibirsi in vari concerti e programmi. Gli artisti che si sono esibiti in sua presenza hanno descritto questa esperienza come una svolta nel loro percorso creativo. Molti hanno notato che la forte energia creativa di Shri Mataji li ha ispirati ad approfondire la padronanza della performance e realizzare il loro potenziale.

Gli sforzi di Shri Mataji nello sviluppo dell'arte includevano il supporto attivo del teatro. Ha ispirato un gruppo di talentuosi attori teatrali a unire e creare il "Theater of Eternal Values" (TEV-Teatro dei valori eterni). Costituito nel 1993 a Gand (Belgio), l'associazione continua a girare per il mondo rappresentando le opere di grandi drammaturghi (W. Blake, W. Shakespeare, L. Tolstoy), toccando i temi della spiritualità e dello sviluppo personale, e ispirando il loro spettatori.

Approccio olistico alla salute

Shri Mataji ha studiato medicina per diversi anni fino a quando gli eventi politici legati al movimento per l'indipendenza dell'India l'hanno costretta a lasciare la scuola. Essendo cresciuta in una tradizione che riconosceva la connessione tra spiritualità e salute, Shri Mataji si è dedicata allo studio della meditazione e all'osservazione di come la meditazione influenzi la mente e il corpo di una persona.

Durante lo studio della meditazione, Shri Mataji ha scoperto il sistema energetico sottile dei chakra (plessi nervosi) e dei canali (sistemi nervoso simpatico e parasimpatico). Questo sistema sottile determina il nostro stato fisico ed emotivo. Ma è particolarmente significativo che Shri Mataji abbia trovato la chiave di questo sistema: un'energia femminile materna e amorevole, chiamata negli antichi scritti indiani "Kundalini". Shri Mataji ha studiato il comportamento umano e la sua influenza su questa energia e sul sistema sottile. Ha visto come un comportamento sbilanciato può portare a estremi fisici, mentali o emotivi, che a loro volta portano a un deterioramento della salute.

"Questa Kundalini, quando passa attraverso questi sei centri, illumina quei centri, li nutre e li integra - quindi una persona sta bene nella sua totalità. Non è come se una parte del corpo venisse trattata e un'altra parte venisse trascurata – (ma agisce) nella totalità, in tutto l'equilibrio. E conduce nella via centrale dell'equilibrio."

Shri Mataji ha sottolineato che sebbene Sahaja Yoga migliori la salute, il suo obiettivo non è curare, ma risvegliare questa energia e dare alle persone una comprensione della spiritualità attraverso la Realizzazione del Sé.

Shri Mataji tiene una conferenza sul sistema sottile

Ramesh Manocha, dottore in medicina generale e ricercatore presso il Dipartimento di Terapia Naturale del Royal Hospital for Women di Sydney, in Australia, cita risultati convincenti dell'influenza positiva della meditazione Sahaja Yoga sul trattamento e sulla prevenzione di vari disturbi, tra cui ipertensione, asma e disturbo da deficit di attenzione. Secondo il dott. Manocha il silenzio della mente, stabilito durante la meditazione, è associato a un carattere unico dell'attività fisiologica. Egli osserva che, tra i molti metodi di meditazione e rilassamento, la meditazione con il metodo di Sahaja Yoga si è dimostrata efficace in termini di trattamento terapeutico.

Nel 1996, Shri Mataji ha fondato il Centro Benessere Internazionale di Ricerca Sahaja Yoga a Belapur, vicino a Mumbai, in India. La clinica oggi accoglie pazienti da tutto il mondo. La diagnosi e il trattamento comportano l'uso di metodi Sahaja Yoga oltre alle pratiche mediche ayurvediche. Rispetto alla medicina tradizionale occidentale, l'uso della meditazione nel trattamento porta a una significativa riduzione del livello di stress, alla stabilizzazione della pressione sanguigna e al rafforzamento del sistema immunitario. Sono in corso studi sugli ulteriori effetti.

Riconoscimenti in tutto il mondo

Durante i 41 anni che Shri Mataji ha dedicato alla diffusione di Sahaja Yoga, ha ricevuto numerosi premi, candidature e riconoscimenti da leader dello stato e importanti istituzioni di tutto il mondo.

“Una fonte di speranza per l'umanità”

Claes Nobel, pronipote di Alfred Nobel
Discorso pubblico alla Royal Albert Hall, Londra, 1997

Nel 1996, è stata candidata per il Premio Nobel per la pace, e nel 1997 ha ricevuto il riconoscimento personale da Claes Nobel, il nipote di Alfred Nobel. In un discorso pubblico alla Royal Albert Hall di Londra, Nobel ha parlato con profondo rispetto della vita e del lavoro di Shri Mataji, descrivendo Sahaja Yoga come "un punto di riferimento per distinguere il bene dal male".

Conferendole l'adesione onoraria all'Accademia delle arti e delle scienze Petrovskaya di San Pietroburgo, un riconoscimento ricevuto solo da 12 persone, tra cui Einstein, l'istituzione l'ha elogiata con le parole "Sei persino più alta della scienza". È questo profondo rispetto e ammirazione da parte dei rappresentanti di tutti i settori della società che evidenzia il valore degli insegnamenti di Shri Mataji tanto quanto qualsiasi premio, se non di più.

Alcuni momenti eccezionali nella vita di Shri Mataji:

Italia, 1986

Il governo italiano proclama Shri Mataji Personalità dell'Anno.

Mosca, Russia, 1989

Dopo l'incontro di Shri Mataji con il Ministro della Salute dell'URSS, Sahaja Yoga riceve il pieno sostegno del governo, incluso il finanziamento alla ricerca scientifica.

San Pietroburgo, Russia, 1993

Eletta membro onorario della Petrovsky Academy of Arts and Science, Shri Mataji apre la Conferenza internazionale sulla medicina e conoscenza di sé, che successivamente diventa una conferenza annuale.

La sua eredità

Shri Mataji ha fondato asili e scuole, centri medici e case per le persone svantaggiate, accademie d'arte e progetti sociali; ma la sua eredità è qualcosa di molto più grande di tutto questo. Nessun monumento o organizzazione non governativa può dimostrare la vera eredità di Shri Mataji Nirmala Devi, è al di sopra di tutte queste cose.

Ciò che Shri Mataji ha dato al nostro mondo non è una filosofia, una dottrina o un concetto. È una straordinaria esperienza trasformativa: la Realizzazione del Sé. Il riconoscimento della propria essenza spirituale è il vero retaggio di Shri Mataji e ha il potere di cambiare il nostro mondo alla radice stessa della società: l'individuo.

"Prepararli in modo che possano risolvere i loro problemi, ecco cosa dovrei fare ... Devono essere un dottore per sé stessi. Devono essere un guru per sé stessi."

Il suo lavoro ha portato alla creazione di una dinamica comunità internazionale in via di sviluppo, che riunisce praticanti di Sahaja Yoga in oltre 95 paesi. Tutti sono uniti dal desiderio di trasformazione spirituale e dalla creazione di un'opportunità per il cambiamento globale.

La visione di Shri Mataji non era quella di creare alcuna organizzazione - il suo messaggio è incentrato sulla persona, sull'io interiore. Shri Mataji ha osservato che solo la fedeltà ai valori spirituali universali può risolvere i problemi globali dell'umanità. Ha anche insistito sulla libertà dell'individuo: in Sahaja Yoga non ci sono dogmi o prescrizioni, ma c'è solo una consapevolezza interiore di ciò che è benefico per lo sviluppo spirituale.

Iniziando profondi cambiamenti personali attraverso il risveglio della Kundalini e la meditazione, Shri Mataji insegnò alle persone come raggiungere obiettivi più alti del semplice successo o potere materiale. "Dobbiamo raggiungere la pace dentro", disse.

Shri Mataji in Belgio